Loading...
BABELEBABELE

Sandra Ceccarelli

Figlia di Franco Ceccarelli, il chitarrista dell'Equipe '84, Sandra Ceccarelli è nata a Milano nel 1967, ma è cresciuta qua e là in varie città italiane, abituandosi presto a girovagare e sviluppando uno spirito piuttosto nomade. Il suo esordio cinematografico risale al 1984, quando non ancora sedicenne, interpreta il ruolo della figlia di Stefania Sandrelli in Segreti segreti di Giuseppe Bertolucci.
Poi frequenta l'Accademia di Belle Arti e lavora per qualche tempo come illustratrice, nella pubblicità e nella moda. Più tardi si avvicina di nuovo alla recitazione. Tra il 1995 e il 1997, frequenta un corso sul metodo delle azioni psicofisiche tenuto da Carlos Alsina e e nel 1997 partecipa ad un laboratorio teatrale di Giorgio Albertazzi. Esordisce a teatro nel 1998 con 'Il funambolo', diretta da Tommaso Track e nello stesso anno viene scelta da Piergiorgio Gay per interpretare Tre storie, un semidocumentario realizzato a basso costo, ma molto apprezzato dalla critica.
Sandra riceve per questa interpretazione una menzione speciale al Festival di Annecy. Dopo aver lavorato in alcune fiction per la tv, nel 2000 recita in Il mestiere delle armi di Ermanno Olmi e conquista il Premio Sacher come migliore attrice non protagonista. Nel 2001, gira insieme a Luigi Lo Cascio Luce dei miei occhi di Giuseppe Piccioni. Per il ruolo di Maria, viene premiata alla 58° Mostra del Cinema di Venezia con la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile. Nel 2004 è di nuovo la musa di Piccioni nel film La vita che vorrei, anche questa volta al fianco di Luigi Lo Cascio. E' stata poi impegnata sul set del film Family Game di Alfredo Arciero, storia di come un ragazzino possa arrivare a sostituire la propria famiglia con quella virtuale di un videogioco.

Altri Ospiti

Newsletter

Iscriviti alle newsletter per restare sempre aggiornato sulle nuove attività del Comune di Padova.